Mostra fotografica: “L’ultimo Totò”

Si è aperta ufficialmente venerdì 28 luglio scorso la mostra “L’ultimo Totò”.
In esposizione un estratto di alcune delle fotografie inedite del fotografo Sandro Borni, recentemente scomparso.

Splendida location dell’evento il complesso medievale Sant’Agnese nell’antico Borgo di Vitorchiano.

Dopo il benvenuto e i saluti iniziali del Sindaco Ruggero Grassotti e dell’Assessore alla Cultura Gian Paolo Arieti, Fabrizio Borni, figlio di Sandro, ha ricordato l’attività del padre e la professionalità dei fotografi di scena suoi colleghi.
I racconti e gli aneddoti legati ai lavori di Sandro col Principe De Curtis – ma anche con altri grandi attori, come Bud Spencer (anch’egli recentemente scomparso) Francesco Nuti e Monica Vitti – si sono susseguiti in un’atmosfera di rilassante cordialità.

Molti gli ospiti intervenuti, tra cui l’Assessore al Bilancio del Comune di Vitorchiano Annalisa Creta, l’Architetto Antonio Capasso, l’associata ANPOE Barbara Tessuti, la Compagnia Teatrale “Instabile” e il famoso trombettista Jazz Angelo Olivieri, Direttore artistico del Pepper Trumpet Jazz Fest e, ultimo non ultimo, il grande Flavio Boltro che a seguire si è esibito in un concerto straordinario durante il quale ha confermato di essere uno dei migliori trombettisti italiani.

Nuovo appuntamento con la mostra il prossimo week end e, con l’occasione, con la Sagra del Cavatello dove si potrà degustare l’antica ricetta tipica della tradizione di Vitorchiano.


Appuntamento il 4/5 e 6 agosto a Vitorchiano


       


 

Share This:

ANPOE cresce ancora: Elisa Petroni
è la Responsabile per l’Emilia Romagna

Dopo un’accurata selezione è stata nominata la nuova responsabile regionale.
Conosciamola meglio in questa breve intervista.


Dott.ssa Petroni, che cosa ha motivato la sua decisione di aderire all’ANPOE?

Ho deciso di aderire ad ANPOE  perchè credo che sia indispensabile migliorarsi continuamente dal punto di vista professionale e ANPOE mi da queste garanzie.
Io sono convinta che rimanendo fermi non accade nulla, come dico sempre, non basta mettere zucchero nella tazzina del caffè perchè diventi dolce… bisogna girarlo… e solo con impegno, passione e determinazione si possono raggiungere obiettivi.
Credo che ANPOE sia la casa giusta per chi, come me, ha la passione di organizzare eventi e vorrebbe affinare e migliorare questa passione attingendo da persone preparate e dai professionisti del settore.
Essere un Event Manager di qualità non è da tutti. Serve studio e applicazione.
Ecco, partendo dall’esperienza maturata negli anni vorrei fare di questa passione una mia grande competenza.
Voglio avere qualcosa da dire e contribuire allo sviluppo di una figura che ritengo sia indispensabile nella società.
Credo che la mia Regione sia piena di opportunità e risorse in tal senso.

Il suo sogno nel cassetto?

Ne avrei molti a dire il vero, ma quello più grande che ho è quello di diventare un grande esempio per gli altri e essere un punto di riferimento.
Sono ambiziosa e molto, molto esigente, quindi lavoro ogni giorno su me stessa perchè possa dare  il massimo in ogni attività che intraprendo e in ogni cosa che faccio.
È un grande difetto, ma anche un grande pregio quello di non accontentarsi mai e vedere sempre una nuova cima dopo la goduta discesa.


Elisa Petroni sarà ufficialmente insignita durante la serata di Gala della

V edizione del Premio ANPOE “La Furrina”


Elisa Petroni nasce a Pitigliano (Grosseto) il 16/07/1982.
Frequenta il Liceo scientifico “Leonardo Da Vinci” di Acquapendente (VT), diplomandosi a pieni voti.
Si trasferisce da sola a Forlì dove intraprende gli studi universitari presso la Facoltà di Scienze Internazionali e Diplomatiche.
Nell’Anno 2012 ad Ottobre, viene nominata Presidente Provinciale  ASI di Forlì – Cesena.
ASI, Associazioni Sportive e Sociali Italiane, è un ente di Promozione Sportiva Nazionale riconosciuto dal Coni.
L’Incarico, ancora oggi, le permette di accrescere le  competenze in ambito gestionale e di Organizzazione Eventi Sportivi.
Nel 2013 entra nel Team di OFFICINA GIURIDICA, un’associazione con personalità giuridica nata per organizzare eventi formativi e di divulgazione a livello locale e nazionale sul tema della privacy, della trasparenza  e del diritto a 360 gradi.
Nel 2014 consegue la qualifica di Manager Sportivo seguendo un corso a ROMA con l’associazione MSA – Manager Sportivi Associati.
Nello stesso anno diviene fondatrice e promotrice dell’iniziativa “Adotta una PA” (per la trasparenza nelle pubbliche amministrazioni) e organizza una importante manifestazione sul tema della Trasparenza a Bologna (www.giornatadellatrasparenza.com).
Nello stesso anno entra nel Club Lions “Giovanni dei Medici” di Forlì in cui ricopre attualmente l’incarico di Segretario e nel 2017 Fonda l’ Associazione Sportiva Dilettantistica  DOUBLE RUN & BIKE A.S.D.


 

Share This:

“L’ultimo Totò” a Vitorchiano

Share This:

In ANPOE nulla è improvvisato


Scegliere la location giusta per un evento non è una attività che si può improvvisare. Ci si può rivolgere a dei Location manager professionisti oppure contattare direttamente le proprietà delle locations che si vogliono visitare.
Il tipo di evento fa la differenza. Non sempre una location indicata e sfruttata per i matrimoni può essere utilizzata anche per un meeting aziendale o una festa privata.
Oggi ci sono strutture in tutta Italia che offrono servizi esclusivi e altamente qualificati a prezzi competitivi con i colleghi stranieri. Il fascino poi del nostro Paese continua a richiamare l’interesse di stranieri che fanno parte di quella società che convive con il mondo del lusso. Ciò richiede alte competenze, ma massimizza i guadagni.

Venezia, Firenze e la Toscana tutta. La costiera Amalfitana e Napoli. E poi ovviamente Roma, con le sue esclusive dimore dell’Appia Antica, per fare un esempio.
ANPOE, con i suoi organizzatori, è in grado di soddisfare qualunque esigenza di clienti italiani e stranieri, sia con locations predefinite che con uno scouting attento alle esigenze e alle richieste dei clienti qualunque sia il loro evento.
Non è un caso che nel nuovo Corso I’m Born, come ricercare una location giusta, come trattarla, come sfruttarla sono argomenti di studio approfondito, anche con l’intervento dei più importanti location manager italiani.
In ANPOE nulla è improvvisato.



Share This:

“Italia Informa”, la rivista giovane per i giovani

Al Complesso monumentale di San Salvatore in Lauro presentata “Italia Informa”


italia informa1

italia informa2In un’Italia dove tutto va male e niente funziona, c’è un’isola felice fatta di pensiero positivo, ottimismo e azioni concrete che comincia a dare “asilo” a sempre più persone.
Come spesso avviene negli eventi del Consigliere della Regione Lazio Michele Baldi, non si perde tempo a parlare di cosa non va o di quello che altri non fanno, ma ad ogni appuntamento c’è la presentazione di qualcosa di nuovo, di buono, di lungimirante. C’è una sfida che coinvolge il cuore e la professionalità di giovani  e meno giovani che hanno nel volto la serenità di chi sa che lavorando, provando, ideando e collaborando può raggiungere mete incredibili.

italia informa4Così, nella splendida cornice storica di San Salvatore in Lauro, nel cuore di Roma, a due passi da via dei Coronari, più di cinquecento persone hanno risposto all’invito di Baldi per festeggiare la nascita del nuovo Magazine di economia, finanza, attualità e informazione: “Italia Informa”.
Madrina d’eccezione, la Presidente della “Fondazione Biagio Agnes”, Simona Agnes.
Una serata dinamica dove con tempi concisi ed essenziali i vari relatori hanno presentato questa nuova rivista bimestrale edita da Germana Loizzi che ha spiegato il tipo di focus che da spazio alle eccellenze italiane, anche in termini di start-up. Una rivista giovane, colorata che ha un “apparente profumo di antico per guardare al futuro” come ha dichiarato Michele Baldi al termine del suo discorso.

italia informa3Lo stesso Michele Baldi ha voluto sottolineare l’importanza della carta stampata: «In un momento come questo in cui tutto è virtuale, veloce… qualcuno potrebbe chiedersi che senso ha editare un nuovo giornale… il senso è nella rivalutazione di quelle cose antiche, non vecchie, che trattengono non solo un fascino particolare, ma motivano un senso di “lentezza” perché si toccano, si sfogliano, si leggono, sono lì sulla nostra scrivania, sul nostro comodino, sono parte di noi, perché nel senso tattile, oltre che visivo, riconosciamo anche una passione, la passione viva di questi ragazzi ad esempio che fanno parte della redazione.
Sulla carta stampata si approfondisce, si legge, ci si sofferma, si alimenta la riflessione e la discussione».

italia informa6Direttore Responsabile è il Dottor Andrea Cecinelli che, nel suo breve intervento, ha voluto sottolineare uno degli obiettivi più importanti che caratterizzano il giornale e cioè l’informazione per i giovani. Informazione per guidare, non solo per informare.
Il Vice direttore Massimiliano Ricci ha poi voluto esprimere un fondamento importante: «Non basta comunicare… bisogna saperlo fare. Se la comunicazione avviene con contenuti sani e giusti informare diventa ancora più bello».
Una rivista giovane, fresca, attuale, che ha anche una sezione on line visitabile all’indirizzo www.italia-informa.com, salutata da molti ospiti importanti tra cui: Amedeo  Minghi, Vitaliano De Salazar, Francesco Gesualdi (Ail).


Al termine della presentazione tutti gli ospiti hanno avuto l’opportunità di visitare la mostra “Dai Crivelli a Rubens. Tesori d’arte da Fermo e dal suo territorio“.
Un ringraziamento particolare al Dott. Filippo Bizzarri, Vicepresidente del Pio Sodalizio Dei Piceni.


A cura dell’Ufficio Stampa Anpoe


 

Share This:

I’m BORN. Oltre qualunque evento

3[5]


1[6]Oggi puoi avere l’opportunità unica di partecipare ad un corso che non si era mai visto prima.
La partecipazione è a posti limitati e previa selezione d’ingresso.
Un corso che realmente stravolgerà la vostra visione sul mondo delle relazioni e del lavoro.
Un corso che ti farà viaggiare in posti da sogno e ti farà interagire con realtà differenti e in continua evoluzione.
Vedrai gente, posti paradisiaci, realtà economiche che si sono sviluppate in tempi relativamente brevi e che hanno bisogno di persone come te.


4[3]


2[5]Imparerai una professione che oggi, dopo internet, ha  il suo business al secondo posto sull’economia globale. Stiamo parlando del mondo dell’intrattenimento.
Potrai esprimere le tue capacità nel mondo della cultura, dello spettacolo, dell’arte, della moda, della musica, del cinema…
Un lavoro dinamico che per lo più molti improvvisano, ma che soltanto pochi sanno veramente fare.
Se vuoi sapere di più e informarti per le selezioni, lascia QUI la tua mail e potrai ricevere un biglietto ingresso omaggio per due persone per il Gran gala del Premio ANPOE “La Furrina” del 13 ottobre prossimo.
Se ami vivere, sorridere… soldi e benessere.

Se ami condividere, intrattenere, essere al centro dell’attenzione… se ami viaggiare, fare esperienza, metterti in gioco… ALLORA SEI NEL POSTO GIUSTO.

Non perdere questo treno che passerà una SOLA VOLTA.

Lascia QUI la tua mail e candidati per il colloquio.


 

Share This:

Vasco Rossi, molto più che un grande concerto

vasco Non scriverò dell’indiscutibile bravura, anzi grandezza del mito “Blasco”, ma – da professionista – della gestione di una organizzazione senza precedenti.
220.000 persone non si possono gestire improvvisando, ma con un piano ben preciso che analizzi ogni particolare ed ogni possibile imprevisto.
planimetriaIl risultato è stato un grande successo e dovrebbe far riflettere se, per esempio, vogliamo fare un paragone con Piazza San Carlo a Torino ed i relativi fatti della finale di Champions del 3 giugno scorso.
Se il Ministro Minniti ha dichiarato che questo concerto è da prendere a modello per la sicurezza, vorrei ricordare allo stesso Ministro che organizzare eventi non è un’attività che si può improvvisare e che sarebbe ora che anche le Istituzioni affidino le proprie organizzazioni a seri e provati professionisti, qualunque sia la tipologia dell’evento.

Fabrizio Borni
(Presidente ANPOE)


Share This:

Borgo di Vitorchiano
Notte Rosa alla X edizione

La Notte Rosa 2017 si fa in tre e per la decima edizione si trasforma in un intero weekend di appuntamenti che animerà il borgo di Vitorchiano. Organizzata dal Comune e dalla Pro Loco, in collaborazione con le associazioni e le realtà locali e quest’anno co-finanziata dal Consiglio Regionale del Lazio, la Notte Rosa è un evento ormai immancabile nel calendario estivo della Tuscia e pone l’accento soprattutto sui temi riguardanti le donne.



Share This:

“Microfono d’Oro” 2017, l’Oscar della radiofonia

FABRIZIO BORNI-COSETTA TURCO-MYRIAM FECCHI-FABRIZIO PACIFICI.microfono d'oro

LE GEMELLE SQUIZZATO PREMIANO IL CAST DI RADIO GLOBO -microfono d'oroPlanet Roma sold out per la VII edizione del “Microfono d’Oro”, l’Oscar della radiofonia romana, organizzata e prodotta da Fabrizio Pacifici e presentata dall’attrice Cosetta Turco, coadiuvata da Raffaela Anastasio.
Anche quest’anno, grazie al gradimento del pubblico e al giudizio della giura di qualità, sono state premiate diverse categorie. Nel corso della kermesse sono state assegnate anche delle gratificazioni speciali come il premio alla carriera a Myriam Fecchi attualmente a RTL.
Tantissimi i personaggi visti sul palco durante le due ore di manifestazione: Elena Russo, Marina Pennafina, Antonio Iorio, le gemelle Squizzato, la cantante Pamela ‘Kika’ Corgnale, i Ghost hanno presentato il loro ultimo album che vanta collaborazioni prestigiose con Enrico Ruggeri ed Ornella Vanoni, Giada Di Miceli, l’editore Gabriele Caccamo, i giornalisti Antonio Felici, Francesco Balzani, Jonathan Calò e Danilo Galdino, il presidente dell’Anpoe Fabrizio Borni, il regista Francesco Colangelo, l’attrice Rita Rusciano, Nicola Caprera, Vincenzo Capua e la modella Ioana Avramescu impegnata in una campagna di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne.


PREMIO ALLA CARRIERA: Myriam Fecchi – RTL


COSETTA TURCO-NICO MARAJA-FRANCESCA PIGGIANELLI-FABRIZIO PACIFICI COSETTA TURCO-GIADA DI MICELI-microfono d'oro ANTONIO IORIO-FABRIZIO PACIFICI-microfono d'oro ELENA RUSSO-COSETTA TURCO-microfono d'oro MARINA PENNAFINA-COSETTA TURCO-microfono d'oro


LE TRASMISSIONI VINCITRICI


– Trasmissione Roma: ‘Te la do io Tokio’. Centro Suono Sport. Mario Corsi, Jonathan Calò

– Trasmissione Lazio: ‘Laziali On Air’. Elleradio. Danilo Galdino

– Trasmissione mattino: ‘The Morning Show’. Radio Globo. Massimo Vari, Roberto Marchetti, Giovanni Lucifora, Federico De La Vallèe, Matteo Torre, Riccardo Di Lazzaro

– Trasmissione approfondimento sportivo: ‘Pillole di derby’. Radio Italia anni 60. Patrizio Polifroni

– Trasmissione di intrattenimento: “Gli Inascoltabili’. Centro Suono Sport. Nicola Caprera, Valeria Biotti, Paolo Marcacci, Claudio Capuano

– Trasmissione news: ‘Il mio canto libero’. Rete Sport. Alessandro Nini, Mauro Pieri

– Trasmissione spettacolo: ‘Non succederà più’. Radio Radio. Giada Di Miceli

– Trasmissione web: ‘Ouverture’. Colorsradio.it. David Gramiccioli

– Trasmissione istituzionale: ‘U Doppia Vela 21, dentro la cronaca’. Radio Radio. Giulio Galasso, Karolina Stranz, Marco Biccheri, Marco Vittiglio

– Trasmissione approfondimento politico: ‘Cor Veleno CorVe…’. Radio Ti Ricordi. Luca Casciani

– Trasmissione musicale: ‘Virtual Dream’. Idea Radio. Raymond Di Donato, DJ Wewers

– Trasmissione notturna: “Radio Radio By Night Roma”. Radio Radio. Emilio Giordani

– Trasmissione under 18: ‘Radio Bimbo’. Radiobimbo.com. Alessio De Siovestro, Massimiliano Buzzanca, Antony Peth, Martina Menechini

– Trasmissione rivelazione: ‘Radiopronostico show’. Rete Sport. Bruno Stanzione, Angelo Di Palma


Share This:

L’ultimo Totò


Fabrizio Borni racconta il Principe Antonio De Curtis in 100 immagini inedite di Sandro Borni.



In libreria e su www.mondadoristore.it


Share This:

Fabrizio Borni al Premio Adriano Olivetti 2016


Intervista al Presidente ANPOE in occasione dell’AIF AWARD 2016


Share This:

Microfono d’Oro alla VII edizione

Microfono-dOro-2017-Fabrizio-Pacifici-211x300Si svolgerà Venerdì 9 Giugno, alle ore 18, la VII Edizione del Microfono d’Oro, l’Oscar della Radiofonia Romana, per la stagione 2016/2017.
La manifestazione, organizzata e prodotta da Fabrizio Pacifici e presentata dall’attrice Cosetta Turco, si svolgerà al Planet Roma, in via del Commercio 36 (zona Ostiense), tempio storico della movida capitolina.
Anche quest’anno, grazie al gradimento del pubblico e al giudizio della giura di qualità, saranno diverse le categorie che avranno dei riconoscimenti, ogni vincitore sarà premiato da un ospite di prestigio.
Nel corso della kermesse saranno assegnate anche delle gratificazioni speciali.

Share This:

Il “Muro delle bambole”: no al femminicidio

IMG_20170508_130714

Il momento del taglio del nastro inaugurale per mano di Michele Baldi (foto Carlo Pompei)

Oggi, 8 maggio 2017, in via degli Acquasparta, a due passi da piazza Navona e dal Senato, è stato inaugurato il “Muro delle Bambole”.
Presso il Teatro Tor di Nona (ex Luigi Pirandello) – sul muro del quale è stato allestito il progetto – si sono svolte esibizioni e riportate testimonianze sulla violenza verso le donne.
Sotto la supervisione del direttore artistico Renato Giordano, si sono alternati sul palco Maurizio Battista, Luca Ward, Giada Desideri, Giovanna Rei, Beatrice Aiello, Chiara Alberti e tanti altri.
Una mostra fotografica sul tema del noto fotografo Michele Simolo ha completato l’allestimento scenico.

All’evento è intervenuto Nicola Zingaretti, Presidente della Regione Lazio, la Presidente del I Municipio, Sabrina Alfonsi, Jo Squillo, ideatrice del “Wall of dolls” di Milano e autrice dell’omonimo docu-film proiettato alla Festa del cinema di Roma e al Los Angeles International Culture Film Festival.
Presente, inoltre Valentina Pitzalis, sopravvissuta a un tentativo di femminicidio.
Oltre ai citati artisti, hanno presenziato e parlato Lino Banfi e la cantante Noemi.
Ospite anche Pietro Orlandi, fratello di Emanuela.

Michele Baldi, organizzatore ed ideatore dell’evento romano, nonchè capogruppo della Lista Civica Nicola Zingaretti al Consiglio Regionale del Lazio ha affermato nel comunicato stampa di presentazione: «Riprendendo una tradizione indiana secondo la quale ogni volta che una donna subisce violenza, una bambola viene affissa su ogni porta, questo muro sarà un simbolo permanente di questa Città. Una Roma solidale, una Roma che rifiuta la violenza dei vigliacchi e degli ignoranti, la Roma del rispetto, della tolleranza e dei valori. Un grazie speciale – ha concluso Baldi – per la collaborazione all’agenzia “LaPresse” di Marco Durante che realizzerà il docu-film dell’evento. Una grande giornata per quello che deve diventare il simbolo di tanti».
Nicola Zingaretti, poi – nel suo intervento prima del taglio del nastro – ha ribadito la priorità di queste manifestazioni: «Questo muro è importante perché farà riflettere non solo le persone che passeranno qui, ma dimostra che tutti possono fare qualcosa. La battaglia contro la violenza sulla donne – ha continuato il Presidente della Regione Lazio – va sostenuta e non solo delegata ad altri, a chi le reprime, come le Procure e le Forze dell’Ordine. La vera grande sfida è sentire questo impegno sulle proprie spalle, anche con piccoli comportamenti abituali, che devono essere chiari e netti contro la cultura del disprezzo dell’altro. La radice della violenza sulle donne è il disprezzo verso un altro essere umano e questo  si manifesta nelle forme oscene della violenza, ma anche – ha concluso Zingaretti – in maniera più subdola in tanti comportamenti quotidiani».IMG_20170508_132708

Hanno aderito:
«Fondazione Biagio Agnes» rappresentata dalla Presidente Simona Agnes,
Andi Roma con la Presidente Sabrina Santaniello,
Unione Sportiva Acli di Roma con il presidente Luca Serangeli
Acli di Roma con la Presidente Lidia Borzì,
Movimento per Roma,
Anpoe con la presenza del nostro Presidente Fabrizio Borni, qui a fianco ritratto accanto a Jo Squillo, madrina della manifestazione.

Video 1 Video 2

Servizio a cura di Carlo Pompei


 

Share This:

Siglato a Pomezia un importante accordo
di impresa ed inter-cultura cinematografica

accordo 2È stato firmato oggi, sabato 6 maggio, a Pomezia un accordo tra l’Associazione Nazionale Produttori Organizzatori Eventi (ANPOE) e la Fondazione Yaguaza di Santo Domingo per la costituzione di una scuola nazionale di Cinema in Repubblica Dominicana che abbia in esclusiva un know-how totalmente italiano.

“È un accordo molto importante, unico, un grande privilegio ed un onore per la nostra Associazione che sarà di stimolo per tutti quei professionisti del settore cinema che stanno perdendo entusiasmo nel nostro paese.
La Repubblica Dominicana sta investendo molto sul Cinema.
È un Paese cresciuto negli ultimi vent’anni in maniera considerevole e che ha stimolato forti investimenti sul turismo, nell’edilizia, nella cultura e soprattutto nel cinema in generale”.
Queste le parole del Presidente dell’ANPOE, Fabrizio Borni, che ha voluto festeggiare questo risultato con un pranzo in un ristorante del litorale.

accordo 1“Abbiamo voluto iniziare questo progetto che prevede la costituzione di una vera e propria scuola a Santo Domingo e che include una serie di attività come quelle di rassegne, mostre e produzioni; incluso un programma formativo dedicato alla produzione di eventi primo ed unico nel suo genere.
Non è un caso che il libro Professione Event Manager verrà tradotto in lingua spagnola e distribuito in Centro America. Importante sarà anche lo scambio culturale che permetterà ai giovani dominicani di fare esperienza in Italia e apprendere ciò che di buono possiamo insegnare.


accordo 3Avremmo potuto firmare l’accordo a Roma, ma ho voluto invitare il Presidente della Fondazione, il Dott. Franklin Reyes, e la delegazione diplomatica, guidata dalla Dottoressa Nidia Paulino Valdes, a Pomezia, perchè sono convinto che questa città deve aprirsi a qualunque iniziativa di internazionalizzazione.
Feci il primo esperimento con il sostegno dell’allora giunta Zappalà, invitando l’Ambasciata indiana e Torvaianica divenne la prima città del litorale che fece conoscere il fenomeno Bollywood.

accordo 5Ho parlato ai miei ospiti, oggi partners d’impresa, dei vecchi studi De Laurentis e di quanto Torvaianica e Pomezia siano state utilizzate come set di importanti film e soprattutto che qui è sepolto Sergio Leone.
Tutto ciò è stato molto apprezzato dalla delegazione che si è complimentata poi a fine giornata anche con i titolari del ristorante che hanno preparato un menu speciale per l’occasione.”

 accordo 4


 

Share This:

Partner esclusivo servizi assicurativi e finanziari

logo maresca

Share This:

Il “Muro delle bambole”: NO al femminicidio

LOCANDINA-WALL-OF-DOLLS-ROMA-8-MAGGIO-624x668

(OMNIROMA) Roma, 03 MAG
“Lo avevo annunciato e ora è diventato realtà: anche Roma avrà il suo “Muro delle bambole” per dire no al femminicidio.
Riprendendo una tradizione indiana per cui ogni volta che una donna subisce violenza una bambola viene affissa su ogni porta, questo muro sarà un simbolo permanente di questa Città.
Una Roma solidale, una Roma che rifiuta la violenza dei vigliacchi e degli ignoranti, la Roma del rispetto, della tolleranza e dei valori”.
Così in un comunicato Michele Baldi, capogruppo della Lista Civica Nicola Zingaretti al Consiglio Regionale del Lazio.

michele_baldi-zingaretti“Questo simbolo verrà inaugurato lunedì 8 maggio alle ore 12.30 a Via degli Acquasparta, al centro di Roma eterna – aggiunge Baldi – La data non è casuale, ma è quella che una volta era la festa della Mamma, una festa che molte madri non potranno festeggiare perché vittime di violenza.
Un grazie va al determinante contributo dell’Ater e del suo commissario Giovanni Tamburino.

E un grazie a chi ha aderito e sarà presente a cominciare da Nicola Zingaretti, Presidente della Regione Lazio che ha saputo approvare unanimemente una legge contro la violenza di genere importante e innovativa rispetto a tutto il resto d’Italia; alla Presidente del I Municipio Sabrina Alfonsi, a Jo Squillo, ideatrice del “Wall of dolls” di Milano e autrice del docu-film proiettato non solo alla Festa del cinema di Roma, ma anche al Los Angeles International Culture Film Festival accompagnata da Valentina Pitzalis, sopravvissuta a un tentativo di femminicidio, alle magistrate Assunta Cocomello e Francesca Passaniti con le quali abbiamo organizzato la giornata contro la violenza alle donne con le scuole romane.

E poi agli artisti Simona Izzo, Antonello Venditti, Lino Banfi, Noemi, Ricky Tognazzi, Luca Verdone e Monica Ward, alle giornaliste Vittoriana Abate e Mariella Anziano, al Procuratore della Repubblica di Tivoli il Dott. Francesco Menditto che ha aperto uno sportello di ascolto per le donne vittime di violenza presso la Procura della Repubblica di Tivoli, proponendo un nuovo ed efficace modello d’intervento che vede coinvolti tutti gli attori Asl, Forze dell’Ordine, Camera Penale, Ordine degli avvocati e degli Psicologi, Comune, centri di ascolto e associazionismo.
Sopra al muro verrà posta un opera originale sul tema del noto streetartist Mauro Pallotta, in arte Maupal.
Hanno aderito per altro la “Fondazione Biagio Agnes” rappresentata dalla Presidente Simona Agnes, l’Andi Roma con la Presidente Sabrina Santaniello, l’Unione Sportiva Acli di Roma con il presidente Luca Serangeli e l’Acli di Roma con la Presidente Lidia Borzì) e il Movimento per Roma”.

La manifestazione inizierà alle 11.30, quando il teatro Tor di Nona (che era il teatro di Luigi Pirandello), adiacente al muro, aprirà le porte a “performances” e testimonianze sulla violenza di genere dove, coordinati dal direttore artistico Renato Giordano, reciteranno artisti come Maurizio Battista, Luca Ward, Giada Desideri, Giovanna Rei, Beatrice Aiello, Chiara Alberti e tanti altri.
Contemporaneamente nel fojer del teatro ci sarà una mostra fotografica sul tema del noto fotografo Michele Simolo.
E un grazie speciale per la collaborazione all’agenzia “LaPresse” di Marco Durante che realizzerà il docu-film dell’evento.
Una grande giornata per quello che deve diventare il simbolo di tanti.” 


Share This:

Operare Embedded in aree di crisi

Tre giorni di esercitazioni pratiche

e testimonianze dirette dei reporter di guerra

Schermata 2017-04-19 a 12.24.10L’iniziativa organizzata dal Centro Studi Roma 3000 in collaborazione con Stato Maggiore della Difesa e Stato Maggiore dell’Esercito si svolgerà a L’Aquila presso il 9° Reggimento Alpini.

Parte la V edizione del corso “Operare Embedded in Aree di crisi” per giornalisti, operatori della comunicazione e ONG che si terrà dal 3 al 5 Luglio 2017 all’Aquila. Tre giornate di intensa attività durante le quali si alterneranno teoria e pratica. Caratteristica del corso è infatti la prevalenza della parte pratica su quella teorica nella convinzione che soltanto sperimentando si possa comprendere e valutare concretamente opportunità e limiti dell’operare come Embedded a seguito della Forza Armata.

Il corso, promosso dal Centro studi Roma 3000 in collaborazione con lo Stato Maggiore della Difesa e lo Stato Maggiore dell’Esercito si svolgerà come di consueto presso la caserma del 9° Reggimento della Brigata alpina Taurinense dell’Aquila. Nel corso delle 3 giornate i corsisti potranno confrontarsi con l’esperienza maturata da giornalisti e fotoreporter professionisti, dagli addetti alla pubblica informazione della Difesa e dagli alpini della Taurinense, già impegnati attivamente in tanti teatri operativi dal Kosovo all’Afghanistan.

L’opportunità di operare al fianco delle forze armate impegnate nelle aree di crisi rende necessaria la conoscenza di regole e modi operativi specifici con l’obiettivo di indicare le modalità migliori per realizzare il proprio lavoro in aree di crisi e di interagire nel modo più corretto con le Forze Armate impiegate nel teatro di riferimento confrontandosi concretamente con le difficoltà logistico-operative connaturate alle operazioni in zone di guerra.

Docenti del corso saranno:

Pino Scaccia, storico reporter della RAI, giornalista e scrittore, esperto di geopolitica e di attività in zone di crisi;

Monia Savioli, giornalista professionista con una predilezione per i viaggi e la divisa, quella dell’Esercito di cui fa parte come Ufficiale della Riserva Selezionata;

Pier Paolo Cito, fotoreporter di fama internazionale, collaboratore delle più importanti testate internazionali per le quali ha coperto i conflitti degli ultimi anni;

Alessandro Conte, Presidente del Centro Studi Roma 3000, giornalista e documentarista, esperto di telecomunicazioni e nuovi media.

La giornata in aula proporrà un inquadramento generale offerto dal confronto con i professionisti, attraverso l’analisi delle esperienze maturate sul campo, i consigli e le modalità operative indotte dagli scenari di crisi. Un capitolo importante riguarderà il rapporto fra militari e mezzi di informazione e i passaggi obbligati per l’accreditamento e quindi l’immissione come giornalisti e fotoreporter in teatro operativo. Le sessioni successive saranno dedicate all’attività svolta a fianco della Forza Armata, dalle tecniche di primo soccorso, alla sistemazione all’interno dei veicoli, dal movimento a seguito della pattuglia, l’interazione con le popolazioni locali, ad esercitazioni di vario tipo come attivazioni, attraversamento nei centri abitati interazioni con le popolazioni locali e molto altro.


Dichiarazioni

PIERPAOLO CITO

“Lavorare con le Forze Armate nei teatri operativi implica avere una serie di cognizioni teoriche e pratiche senza le quali è difficile svolgere il proprio lavoro correttamente ed in sicurezza. Questo workshop teorico-pratico si propone di colmare questa lacuna”

ALESSANDRO CONTE

“Operare in aree di crisi è una attività molto complessa che ogni reporter, volontario o operatore dell’industria deve valutare molto attentamente, conoscere i rischi significa evitarli o affrontarli con maggiore consapevolezza, troppe sono state le morti in questi anni, sia tra i reporter che tra i volontari delle ONG, per una mancanza di informazione e formazione”


Il programma EUROPEAN SAFETY ACADEMY è una iniziativa del centro Studi ROMA 3000 teso alla promozione della cultura della prevenzione dei rischi per chi opera in aree a rischio o instabili. Sarà possibile iscriversi sino al 1 giugno 2017 richiedendo il modulo alla segreteria del Centro Studi Roma 3000 telefonicamente o via mail

Comunicato stampa e materiale fotografico sono disponibili per il download al seguente link


Per ulteriori Informazioni:

Centro Studi Roma 3000

Via Marco Simone, 80
00012 Guidonia Montecelio
Tel. 0039.0694801821

Rif. Alessandro Conte, Presidente Roma 3000

Mail

www.roma3000.it

www.europeansafetyacademy.it


 

Share This:

Chiara e Francesco – Case Famiglia

image006 image005

È più di un invito…

perché dobbiamo stare con i nostri bambini.

È più di un invito…

perché dobbiamo, con la nostra presenza, schierarci con il bene…

È più di un invito…

perché ci dobbiamo mettere contro la pedofilia e la pedopornografia…

È più di un invito…

perché dobbiamo educarci per educare i nostri figli…

È più di un invito…

perché è giusto che i piccoli facciano Festa e si sentano protetti…

È più di un invito…

speriamo che tu ne sia convinto…

Vi aspettiamo!


L’Arma dei Carabinieri ci donerà un momento di animazione molto particolare con il Maresciallo LEX

e doneranno a tutti un Fumetto molto interessante ed utile.


Associazione “Chiara e Francesco”


Share This:

Storie – Giovanni Maria Varisco

Le mani distrutte dalle fratture dopo un incidente. La paura di non poter più suonare il pianoforte. E la forza di reinventarsi, con caparbietà e passione infinita. Fino a riprendere la carriera di concertista.

Un tranquillo weekend in campagna. Di quelli in cui parti per riconciliarti con la natura e con te stesso, liberare la mente e fare il pieno di ispirazione. Per un artista è una manna che si traduce in lettere, in pennellate o in note, come nel mio caso. Il mio weekend sui monti Sibillini era servito… Continua a leggere

Da Starbene del Testo curato da Carla Diamanti

Share This:

Comunicazione, linguaggio, espressione

17434670_1445051908860435_7716919086137377044_o

La comunicazione è una relazione con l’altro e attraverso l’altro, il linguaggio è lo strumento tramite il quale ci esprimiamo.

Il corso si propone di trasferire competenze, conoscenze e abilità pratiche per gestire ogni conflitto comunicativo relazionale (nella coppia, nei rapporti amicali, sul luogo di lavoro, in campo professionale, ecc.) nei diversi ambiti della vita quotidiana.

Rivolto a:
Sociologi,
Assistenti Sociali,
Mediatori,
Professionisti che operano nei diversi settori del conflitto umano e relazionale,
Studenti e appassionati.

DURATA DEL CORSO
Due giornate per un totale di 8 ore:
01 aprile 2017 h 09-19 (pausa pranzo dalle 13 alle 14)
02 aprile 2017 h 09-14

Verrà rilasciato Attestato


Il seminario si svolgerà presso i locali

A.SPPe.C.

via Morgagni 6 Roma

(Metro B Policlinico)

Share This:

  • Condividi questo contenuto

    Share This: