ANPOE cresce ancora: Elisa Petroni
è la Responsabile per l’Emilia Romagna

Dopo un’accurata selezione è stata nominata la nuova responsabile regionale.
Conosciamola meglio in questa breve intervista.


Dott.ssa Petroni, che cosa ha motivato la sua decisione di aderire all’ANPOE?

Ho deciso di aderire ad ANPOE  perchè credo che sia indispensabile migliorarsi continuamente dal punto di vista professionale e ANPOE mi da queste garanzie.
Io sono convinta che rimanendo fermi non accade nulla, come dico sempre, non basta mettere zucchero nella tazzina del caffè perchè diventi dolce… bisogna girarlo… e solo con impegno, passione e determinazione si possono raggiungere obiettivi.
Credo che ANPOE sia la casa giusta per chi, come me, ha la passione di organizzare eventi e vorrebbe affinare e migliorare questa passione attingendo da persone preparate e dai professionisti del settore.
Essere un Event Manager di qualità non è da tutti. Serve studio e applicazione.
Ecco, partendo dall’esperienza maturata negli anni vorrei fare di questa passione una mia grande competenza.
Voglio avere qualcosa da dire e contribuire allo sviluppo di una figura che ritengo sia indispensabile nella società.
Credo che la mia Regione sia piena di opportunità e risorse in tal senso.

Il suo sogno nel cassetto?

Ne avrei molti a dire il vero, ma quello più grande che ho è quello di diventare un grande esempio per gli altri e essere un punto di riferimento.
Sono ambiziosa e molto, molto esigente, quindi lavoro ogni giorno su me stessa perchè possa dare  il massimo in ogni attività che intraprendo e in ogni cosa che faccio.
È un grande difetto, ma anche un grande pregio quello di non accontentarsi mai e vedere sempre una nuova cima dopo la goduta discesa.


Elisa Petroni sarà ufficialmente insignita durante la serata di Gala della

V edizione del Premio ANPOE “La Furrina”


Elisa Petroni nasce a Pitigliano (Grosseto) il 16/07/1982.
Frequenta il Liceo scientifico “Leonardo Da Vinci” di Acquapendente (VT), diplomandosi a pieni voti.
Si trasferisce da sola a Forlì dove intraprende gli studi universitari presso la Facoltà di Scienze Internazionali e Diplomatiche.
Nell’Anno 2012 ad Ottobre, viene nominata Presidente Provinciale  ASI di Forlì – Cesena.
ASI, Associazioni Sportive e Sociali Italiane, è un ente di Promozione Sportiva Nazionale riconosciuto dal Coni.
L’Incarico, ancora oggi, le permette di accrescere le  competenze in ambito gestionale e di Organizzazione Eventi Sportivi.
Nel 2013 entra nel Team di OFFICINA GIURIDICA, un’associazione con personalità giuridica nata per organizzare eventi formativi e di divulgazione a livello locale e nazionale sul tema della privacy, della trasparenza  e del diritto a 360 gradi.
Nel 2014 consegue la qualifica di Manager Sportivo seguendo un corso a ROMA con l’associazione MSA – Manager Sportivi Associati.
Nello stesso anno diviene fondatrice e promotrice dell’iniziativa “Adotta una PA” (per la trasparenza nelle pubbliche amministrazioni) e organizza una importante manifestazione sul tema della Trasparenza a Bologna (www.giornatadellatrasparenza.com).
Nello stesso anno entra nel Club Lions “Giovanni dei Medici” di Forlì in cui ricopre attualmente l’incarico di Segretario e nel 2017 Fonda l’ Associazione Sportiva Dilettantistica  DOUBLE RUN & BIKE A.S.D.


 

Share This:

Lo sponsor nell’evento

sponsor-riunione

“Il più grande vantaggio che voglio avere sponsorizzando un evento, non è un ritorno economico, ma il fatto che si sappia che se quell’evento ha avuto successo è stato anche grazie al mio intervento”

Dott. Mario Leone
Agente Generale UNIPOL ASSICURAZIONI

Uno sponsor è tale quando diventa parte integrante dell’evento organizzato. Diventa un partner e ne condivide la mission e la comunicazione.

Diventa anch’egli padrone di casa, produttore in una efficace sinergia con l’organizzatore.

Naturalmente parliamo di sponsor veri, main sponsor, non certo di chi ti compra un banner sulla locandina.

Frequenta il nostro corso per organizzatore di eventi e imparerai le tecniche più efficaci per chiudere 9 contratti sponsor su 10.

Sponsor che rimarranno con te tutta la vita.

per info: segreteria@anpoe.it


 

Share This:

Considerazioni

A VOLTE RIMANGO DISPIACIUTO E PERPLESSO

quando vedo persone a me care che abbandonano la professione dopo aver dato molto nel loro lavoro di organizzatore di eventi. Prese dallo sconforto, dalle delusioni che nascono dalla complessità di quella che è davvero una professione difficile e che proprio per questo motivo, oggi come non mai, ha bisogno di una seria preparazione.

Una professione che, se fatta individualmente, anche se si hanno tanti soldi, prima poi finisce. Non si può, da soli, stare dietro ai continui aggiornamenti, alle esigenze di un mercato velocissimo sempre più legato ad una comunicazione digitale.

Stare insieme, collaborare, condividere le esperienze, ma anche la gioia di un successo e affrontare i perché di un fallimento sono la mission dell’ANPOE.

A differenza dei Paesi più evoluti in tal senso, come gli USA o l’Inghilterra, in Italia il fai da te è più forte. Ognuno è geloso della propria idea, del proprio mezzo; e anche questo è uno dei limiti alla crescita del nostro Paese.

Mi chiesi un giorno come mai i DJ olandesi guadagnavano cifre così astronomiche ed i nostri, perfettamente all’altezza, si litigavano le serate nei locali.
Semplicemente perché gli olandesi hanno creato una sorta di cartello, un brand per cui essere DJ e venire dall’Olanda è sinonimo di grandezza ed esclusività.

Nel mio settore vedo delle competizioni verso il basso e non una esaltazione mirata alla crescita, alla ricchezza.

C’è molta presunzione, c’è molta invidia, gelosia, si copia molto, ci si improvvisa su qualunque cosa, ma poi si fa la conta dei fallimenti più che  dei successi.

Molti, come ho sempre detto, vedono questo lavoro come un hobby, un passatempo ed un mezzo per potersi mettere in mostra, ma la realtà è ben diversa e poco si rendono conto di quanto invece questo lavoro offra enormi opportunità in ogni senso.

L’ANPOE è composta da professionisti seri, cresciuti tra la formazione e l’impresa, che conoscono bene il mondo degli eventi e che, tuttavia, hanno fame di imparare ancora e crescere.
Persone che si mettono a disposizione dei loro Associati, che ascoltano e che danno molto del loro sapere.

Un organizzatore di eventi che non si associa ad ANPOE non ha ancora ben chiara la sua professione, non ha ancora capito se è o no la sua professione e – mi dispiace dirlo – a meno che non sia già un grande nome, con una grande esperienza, è destinato a fallire.

Chiunque, chiunque… anche la persona apparentemente meno adatta, può diventare un bravo organizzatore, ma chi ha la presunzione di farlo senza prima imparare fallisce inevitabilmente.

Auguro come Presidente ANPOE buone feste e voglio farlo con un suggerimento:

“L’umiltà è una cosa straordinaria è la colonna portante del sapere che a sua volta è la base del successo.
Oggi più che mai chi non conosce, chi non investe nella formazione professionale e nella crescita personale, in ogni campo, lascerà ad altri le stesse opportunità che potrebbe cogliere lui.
Cadendo poi in balìa di uno sconforto che è pari a quello di chi, da solo a bordo di una barca in mezzo all’oceano, senza né motore né vele, si affida al caso e alla speranza che qualcuno lo salvi.”

Fabrizio Borni
Presidente ANPOE

Share This:

Gestione dello stress professionale:
il problem solving nel PFP ANPOE

La gestione dello stress è fondamentale per chi lavora in proprio, ma in realtà, sarebbe cosa buona se fosse materia di studio e di applicazione da inserire nei programmi scolastici a partire dal 1° liceo.
Lo stress è sempre negativo?
Tutti sognano una vita senza stress, e spesso con la fantasia ci si immagina su un atollo a riposare sotto una palma da cocco. Ci siete mai stati? Può accadere che, se è vero che quell’immagine aiuta a rilassare, viverla in prima persona potrebbe essere diverso: troppo caldo, i mosquitos che non danno tregua, la possibilità, seppur rara, che una noce di cocco ci cada sulla testa; il continuo disturbo del giovincello locale che vuole piazzarci braccialetti, scimmiette di legno o collane di conchiglie.
Altro che relax, sarebbe stressante!
Certo il traffico, il capoufficio, la banca, il bello e il cattivo tempo ecc. ecc sono uno stress diverso, ma comunque sia pare che lo stress in forma più o meno importante possa toccarci ovunque.

Stress:

Tensione fisica, psichica e nervosa che si manifesta nell’organismo, in forme più o meno gravi, come risposta patologica agli stimoli negativi dell’ambiente (Dizionario Sabatini Coletti)

Nell’uso corrente, tensione nervosa, logorio, affaticamento psicofisico, e anche il fatto, la situazione e simili che ne costituiscono la causa (Treccani)

Insomma pare che lo stress non sia proprio una cosa positiva. Ma se invece facesse parte di noi e ciò che di positivo o negativo è il nostro modo di affrontare lo stress o conviverci?

Una vita senza stress è possibile davvero?
Se così fosse mi viene da pensare che nessuno affronterebbe mai un esame di maturità o di laurea, un colloquio importante di lavoro, una dichiarazione d’amore. Nessun calciatore tirerebbe mai un rigore decisivo alla finale di un mondiale. Nessun atleta agonista parteciperebbe più ad una gara.
Saremmo tutti così perfettamente freddi da vivere emozioni del genere senza “emozione”?Insomma lo stress non si può eliminare, esiste, c’è, è uno stato emozionale, fa parte della nostra vita, della nostra composizione biologica e spirituale; c’è e a volte è necessario.

Un imprevisto o qualunque cosa accada che scombini la nostra perfetta programmazione può provocare stress, ma se ciò avviene in che modo si deve affrontare questa prova affinchè lo stesso stress possa poi diventare occasione o vantaggio?

Sono alcuni degli argomenti trattati nel nostro PFP ANPOE che, insieme a degli esercizi pratici in aula, diventano indispensabili per far acquisire quella sicurezza al produttore od organizzatore di eventi affinchè nulla sia poi da impedimento per il raggiungimento del suo scopo. Parlare di capacità di “problem solving” fa meno paura, ma non è detto che tutti i problemi siano risolvibili e quindi è importante gestire le proprie emozioni e saperle applicare nel modo più costruttivo possibile li dove lo stress diventa pericoloso e ci pone davanti ad una serie di freni.

Per partecipare alle candidature al PFP ANPOE inviare il proprio curriculum a segreteria@anpoe.it
La sessione è a numero chiuso per un massimo di 8 partecipanti.

Share This:

Riflessioni sulla professione

IMG_0062Per un istante mi sono fermato su una trasmissione televisiva delle più famose, una di quelle che hanno un gradimento altissimo e che io non vedo mai.
Ma oggi cambiare canale è stato tanto casuale, quanto fortunato.
Una delle protagonista ha dichiarato di essere un’organizzatrice di eventi, che ama il suo lavoro, ma che viene considerata da tutti una persona asociale.
Sono saltato dalla sedia. Cosaaa!!?? Asociale un organizzatore di eventi?

Sempre più spesso nel mio lavoro incontro e vedo incoerenze che andrebbero studiate in un ramo specifico della psicologia.
Gente che produce eventi da 10 anni e non ha mai guadagnato un centesimo e che vende successi e capacità.
Persone che scambiano l’organizzazione di un evento come un palco per esibire il proprio stile, comportamento e passione personale.
Gente che dice di amare così tanto questo lavoro nonostante non abbia mai organizzato nulla.

Altri che sul palco diventano timidi e non sanno parlare al microfono o ancora chi pensa che organizzare un evento sia come organizzare una cena a casa tra amici.
Come presidente dell’ANPOE continuo a lavorare e ad impegnarmi al fine di far comprendere che questo è un lavoro serio e che non si può improvvisare.

Ho conosciuto molte persone che ostentano una certa sicurezza nel dichiarare di essere professionisti del settore, ma nei loro occhi leggevo tanta insicurezza e paura di smentirsi.
Dichiarare una professionalità non costa nulla: è facile ed è anche legale sotto certi aspetti, ma la fiducia, quella vera, viene dall’esperienza, dalla conoscenza, dallo studio e dalla fatica.
Molti si aspettano che il successo arrivi tutto insieme ed in una volta sola, ma questo è impossibile: sarebbe come ambire alla ricchezza grattando i biglietti della lottomatica.
La sicurezza si ottiene facendo pratica.
Sperimentando, avendo un programma ben preciso.

Provando e riprovando.
Per questo motivo invito chi vuole davvero fare questo lavoro ad iscriversi all’ANPOE e frequentare i nostri corsi, i nostri seminari di aggiornamento, a collaborare con noi…

È già un ottimo inizio… forse il migliore.

Fabrizio Borni
Presidente ANPOE

Share This:

I vantaggi di associarsi ad A.N.P.O.E.

flyer def

Share This:

Guadagnare bene con passione e divertimento

ANPOE CARD

VUOI GUADAGNARE ORGANIZZANDO EVENTI?

ISCRIVITI AI NOSTRI CORSI PRESSO LA SEDE ANPOE DI VIA SISTINA 121 A ROMA

SESSIONI A NUMERO CHIUSO – GRATUITO PER GLI ASSOCIATI

INFO

Share This:

Location per eventi

Una delle più prestigiose location a disposizione degli associati per wedding, eventi, meeting, festival…

castello 1  13835614_10206326315908038_1230419930_o 13835698_10206326326228296_175353451_o 13838036_10206326320828161_177731307_o 13838331_10206326316988065_1984335474_o 13844165_10206326322908213_2053791025_o13833012_10206326317748084_1820684970_o

Share This:

Aperte le iscrizioni ANPOE

Iscriviti ora all’ANPOE
Associazione Nazionale Produttori Organizzatori Eventi
Scarica il MODULO
e invialo compilato all’indirizzo mail
segreteria@anpoe.it

card anpoe

Dopo aver inviato il modulo di adesione, da oggi – oltre al pagamento a mezzo bonifico bancario all’IBAN indicato – potrai usufruire del servizio PAYPAL, per effettuare comodi pagamenti online direttamente dal tuo computer.
Clicca sul pulsante qui a fianco per essere reindirizzato alla transazione sicura sul sito PAYPAL.



Sei un organizzatore di eventi, appassionato del tuo lavoro?
Cerchi di dare sempre il massimo, di essere creativo ed onesto?
Ti senti solo? Sei in un mondo, il tuo, in cui trovi molti improvvisati e magari molti di questi, meno bravi di te, riescono a lavorare di più… a guadagnare di più?
Vorresti che i tuoi sforzi venissero premiati, vorresti avere più clienti? Vorresti avere la certezza di essere riconosciuto come professionista e quindi qualcuno che certifichi questa tua professionalità?
Qualche volta hai pensato di abbandonare il tuo sogno e cambiare lavoro perchè gli altri non ti riconoscono una professionalità, una certificazione di questo tuo lavoro che è la tua vita, il tuo stile di vita?
Hai fatto corsi che ti hanno dato tanto in teoria ma poi non ti hanno insegnato come acquisire clienti e soprattutto come guadagnare con il tuo lavoro di organizzatore di eventi e magari vorresti addirittura diventare produttore ma non sai come fare?

Se hai risposto SI ad almeno quattro delle domande che hai letto entra a far parte dell’ ANPOE (Associazione Nazionale Organizzatori e Produttori Eventi – Italia)

Potrai finalmente sentirti parte di una categoria di professionisti seria e tutelata. Potrai finalmente firmare i tuoi eventi con il tuo codice d’iscrizione oltre che con il tuo nome e farti riconoscere e pagare come un vero professionista.

Avrai la possibilità di partecipare a corsi di formazione a prezzi agevolati o frequentare seminari e sessioni  di aggiornamento addirittura gratuiti per te che sei socio.

Una sede di prestigio a Roma, una consulenza legale specifica per il tuo lavoro.

Potrai pubblicizzare il tuo lavoro ed i tuoi eventi sul sito dell’Associazione e partecipare al Premio “La Furrina” l’oscar dei produttori ed organizzatori di eventi.

“DOBBIAMO ESSERE IN TANTI E CREARE FINALMENTE

UN ALBO PROFESSIONALE

CHE DA ANNI STIAMO IMMAGINANDO

E CHE CERTIFICHI UNA VOLTA PER TUTTE

LA NOSTRA PROFESSIONALITA’

PERCHÈ IL NOSTRO È UN LAVORO

CHE NON SI PUÒ IMPROVVISARE”

Fabrizio Borni
Presidente ANPOE – Italia

Share This:

Lavora con noi

Fabrizio Pacifici.Maurizio Battista.Fabrizio Borni

Maurizio Battista premiato dai “Fabrizi”

Diventa un nostro partner, associati e fai associare, daremo sostegno e visibilità alla tua attività e potrai guadagnare da ogni nuovo associato che ci presenterai.

Sarà sufficiente comunicarci il tuo numero di tessera ANPOE e il gioco è fatto.

Raccontaci la tua professionalità: inviaci una mail o compila il modulo.

Ti spiegheremo come fare per diventare RESPONSABILE REGIONALE ANPOE.

Share This:

Convegno per i giovani aspiranti imprenditori

CONVEGNO 17 APRILESi è svolto il 17 aprile 2014  a Pomezia presso le sale dell’Hotel Simon il convegno organizzato dall’ANPOE (Associazione nazionale Produttori Organizzatori Eventi) su Impresa e creatività.
Un appuntamento che ha voluto ed ottenuto l’attenzione di giovani aspiranti imprenditori che poco conoscono la realtà dei mercati e le opportunità che gli stessi, nonostante la crisi, possono offrire.
“Uno degli aspetti più importanti” ha dichiarato Borni relatore del convegno e presidente dell’Associazione che ha organizzato l’evento” è quello che la velocità di comunicazione ha limitato la capacità di fare relazioni, elemento fondamentale per creare impresa.
Virtualmente siamo tutti molto potenti, ma le difficoltà si incontrano nel momento in cui dobbiamo fermarci ed ascoltare per poi ideare, proporre, innovare.
La creatività è un elemento fondamentale per dar vita a nuove idee imprenditoriali, ma tutti si concentrano sui soldi e se i soldi non ci sono addio idea e la creatività lascia spazio a frustrazioni e depressioni.
I soldi sono importanti, ma ciò che è più importante è conoscere le proprie potenzialità e adeguarle all’idea imprenditoriale anche attraverso un progetto creativo non solo materiale ma anche e soprattutto comunicativo.
Il continuo parlare di crisi e di tutto quello che non va, è come un’arma di distruzione di massa che spegne ogni desiderio di creare impresa e allora si corre per dimenticare.

Share This:

Mercoledì 28 Settembre il meeting “On Job Training”

ANPOE (Associazione Nazionale Produttori Organizzatori Eventi) in collaborazione con
– EVENTIROMA.COM – EFFEFFEVENTI FRANCHISING – GRUPPO 24ORE – ISTITUTO EUROPEO TERZO MILLENIO
Hanno il piacere di invitarla al meeting: ON JOB TRAINING Professione Producer & Event Planner

MERCOLEDI’ 28 SETTEMBRE DALLE ORE 16.30 ALLE ORE 18.30 al CENTRO CONGRESSI SGM, Via Portuense 741 – SALA ANPOE

Un’occasione utile per comprendere questa professione specificando la differenza tra produttore e organizzatore di eventi e far conoscere il rapporto tra domanda e offerta sul mercato italiano, formazione professionale e nuove forme d’impresa nel settore, l’ Associazione (ANPOE) e il suo impegno verso la costituzione di un albo professionale.
– LA PARTECIPAZIONE E’ GRATUITA MA E’ NECESSARIO ACCREDITARE IL PROPRIO NOME A: segreteria@anpoe.it o a info@eventiroma.com

– AMPIO PARCHEGGIO RISERVATO

Share This:

PROGRAMMA FORMATIVO
PROFESSIONALE (PFP)
PER ORGANIZZATORI
E PRODUTTORI DI EVENTI

cropped-LOGOSITOANPOE.jpg

PERCHÈ SCEGLIERE IL PFP?

Nel momento in cui si inizia una ricerca per un master o un corso professionale fin da subito ci si imbatte in una quantità abnorme d’informazioni che invece di portare elementi a supporto della scelta, non fanno altro,spesso, che causare il disorientamento più assoluto.
I forum degli studenti riflettono questo disagio.

Nel tentativo di offrire un contributo, anche se certamente non esaustivo, alla semplificazione della scelta di un percorso formativo, abbiamo cercato di riportare alcuni punti che speriamo possano esservi utili.

Come definire il contesto formativo, il settore professionale di riferimento?

Rispondere a questa domanda sembra facile ma non lo è: molti percorsi di laurea si prestano a diverse possibili applicazioni in ambito professionale, per esempio, se sono laureata/o in lingue, potrei diventare un traduttore, insegnare, lavorare per un’azienda di import – export, oppure, utilizzare le mie competenze in ambito turistico. Questo vale per moltissime lauree. Il primo sforzo è quindi quello di definire con attenzione l’area di ricerca professionale.
È importante acquisire tutte le informazioni possibili, cercando anche d’intervistare chi già opera nel settore. Fate solo attenzione nel non lasciarvi influenzare negativamente. Scegliete per la vostra intervista persone che vivono il loro lavoro non solo con passione ma che abbiano concreti elementi che certificano i risultati ottenuti.

Un Master universitario o un percorso formativo professionalizzante?

Una volta definito l’ambito di ricerca è necessario capire che tipo di Master, o corso, fa al nostro caso. Normalmente i Master universitari sono indicati per un approfondimento di tipo accademico, mentre quelli privati dovrebbero essere maggiormente orientati alla dimensione del “saper fare”.
I primi sono in gran parte realizzati con il supporto di docenti universitari, mentre i secondi tendono ad utilizzare professionisti del settore. Un buon consiglio è quello di verificare chi sono i docenti e i responsabili della progettazione (direttore, coordinatori ecc.) per capire meglio se il corso è più orientato sulla teoria o sulla pratica.

Come verificare l’attendibilità del Centro di Formazione?

Sia esso pubblico o privato crediamo sia opportuno risalire alla storia dell’Ente.
Per esempio, nel nostro caso, l’A.N.P.O.E (Associazione Nazionale Produttori Organizzatori Eventi), nasce dall’esperienza di professionisti ed aziende che operano nel settore da vent’anni. Tale esperienza si traduce in una progettazione molto coerente vicina al mercato e ad un’ampia conoscenza del settore.

Come verificare la qualità formativa del prodotto da scegliere?

Una volta verificata la coerenza dell’Ente con il percorso formativo, è importante verificare le materie d’insegnamento.
In questo caso ad esempio, non si può prescindere dalla capacità di saper comunicare.
Chi decide di operare nel mondo degli eventi è già consapevole che sarà obbligato a relazionarsi quotidianamente con diverse schiere di interlocutori.
Ecco perché riteniamo efficace una buona introduzione che abbia come materia la PNL (Programmazione neurolinguistica) e quella che definiamo comunicazione efficace; del resto è inimmaginabile essere dei buoni professionisti capaci di ideare un evento ma incapaci di comunicarne i contenuti ai fini del risultato economico e mediatico.
Tra l’altro oggi viviamo nell’era della tecnologia e di un nuovo mercato economico che obbliga gli operatori che organizzano eventi a conoscere tutti gli aspetti, fiscali, burocratici,
amministrativi, ecc. e a sapersi relazionare con la politica e la pubblica amministrazione.
Non è pensabile assolutamente affidarsi all’improvvisazione.

Quanto dura un buon corso professionale?

Il rapporto ore/quantità non è una garanzia assoluta di qualità.  Crediamo che un buon programma formativo deve allargare il campo delle possibilità d’inserimento affinché il partecipante successivamente si orienti verso le aree che sente più vicine alle sue inclinazioni. Per questo il discente rimane presso la nostra struttura per un periodo minimo di alcuni mesi.

Qual è l’investimento giusto per un percorso formativo?

Molto dipende dal livello di qualità generale, e molto anche dal curriculum e dal nome dell’ente erogante. Se siamo riusciti a rispondere ai punti precedenti non ci rimane che fare una scelta di buon senso.

E’ importante che sia previsto un periodo di stage?

Sicuramente si. La buona riuscita di uno stage dipende da almeno due fattori: il primo risiede nella capacità del Centro di formazione di stringere relazioni con il sistema impresa di riferimento e quindi con il mercato, da qui la necessità che il Centro sia ben inserito nel contesto di riferimento professionale.
Il secondo fattore dipende dalla determinazione e motivazione del partecipante. E’ proprio per sostenere le competenze relazionali che i migliori corsi tendono ad inserire moduli di orientamento, comunicazione efficace e sviluppo personale ed è per questo che, facendo riferimento a quanto sopra citato, gli allievi rimangono presso le nostre strutture per un periodo di tempo determinato.

Il PFP A.N.P.O.E.

Abbiamo ragione di ritenere che il PFP (Programma Formativo Professionale) da noi progettato e promosso è senza dubbio di alto livello dati i risultati ottenuti che fanno sì di aver prodotto ben  14 edizioni. Con la nuova formula “On Job Training”, il corso diventa immediatamente applicazione sul lavoro.
La nostra forza è che siamo in grado di far operare gli allievi a stretto contatto con i docenti e quotidianamente presso le nostre strutture; anche per questo i corsi sono a numero chiuso.
Oltretutto la nostra migliore garanzia è l’apprezzamento dei nostri allievi che oggi svolgono professionalmente attività di event manager, uffici stampa, produttori ecc.

Scheda tecnica :

A CHI SI RIVOLGE:

a chiunque voglia diventare produttore e organizzatore di eventi. O a chi già svolge questa professione ma intende migliorare la propria formazione.

CHI PUO’ PARTECIPARE:

chiunque. Non vi sono limiti di età. Possono partecipare anche gli stranieri con regolare permesso di soggiorno. Necessario il diploma di scuola media superiore.

PUNTI DI FORZA:

I docenti sono professionisti della comunicazione, del management degli eventi e della produzione, responsabili di importanti uffici stampa, specialisti del public speaking e delle pubbliche relazioni. Persone impegnate quotidianamente nella produzione e nell’organizzazione, sia per conto proprio che per conto terzi, di eventi sportivi, mondani, culturali, fieristici, politici e dello spettacolo. Previsto anche l’intervento di testimonial di eccezione.

IL PROGRAMMA:

fondamentale, per chiunque scelga una professione che come base ha la necessità di relazionarsi con moltissime persone, è la comunicazione efficace.
L’argomento è suddiviso in basi della comunicazione, comunicazione oggettiva e razionale e programmazione neuro linguistica.

Determinanti sono poi gli approfondimenti sulle seguenti materie: l’ufficio stampa, le pubbliche relazioni, la location e la produzione, con particolare riferimento agli aspetti tecnici del budget, il mercato degli eventi, i contratti di sponsorizzazione, impianti giuridici, adempimenti fiscali… guadagni e carriere.

Il public speaking è una funzione primaria per chi vuole operare nel mondo dell’intrattenimento e degli eventi, ma non solo.
Riteniamo che sviluppare questa capacità sia piacevole oltreché utile e straordinario per rompere qualunque barriera di timidezza o di chiusura che si può presentare in ogni occasione dove veniamo chiamati a presentare un convegno anziché un evento o un prodotto o addirittura noi stessi. È una capacità, quella di saper parlare in pubblico, utile, secondo noi, anche per chi non svolge l’attività di event manager.

Al mercato degli eventi è ovviamente dedicata una parte importante del corso. Vengono analizzati i seguenti argomenti: differenza tra produttori ed organizzatori di eventi; l’idea (coerenza tra creatività e razionalità); le finalità; lo staff; le deleghe; i clienti potenziali; i finanziamenti istituzionali; le sponsorizzazioni.

Importantissime, su quest’ultimo punto, le trattative ed i contratti di sponsorizzazione che, attraverso esercizi anche divertenti, portano l’allievo a confrontarsi con la realtà del mercato e a sperimentare tecniche e strategie utili per reperire gli approvvigionamenti finanziari necessari per produrre l’evento.

RISULTATO FINALE:

al termine del corso teorico l’allievo, grazie alla formula On Job Training, ha la facoltà di frequentare l’ufficio operativo della A.N.P.O.E. (Associazione Nazionale Produttori Organizzatori Eventi) dove potrà apprendere, per un periodo stabilito, la professione direttamente sul campo della produzione e dell’organizzazione di eventi spaziando dall’ufficio stampa, alla produzione anche cinematografica, all’organizzazione di eventi e addirittura a fare esperienza (su favorevole parere dei responsabili) come docente junior in aula, e soprattutto guadagnando da subito.

COMPARAZIONI:

a differenza di molte scuole che, dopo il corso, mandano gli allievi a fare stage presso multinazionali o grandi brand che servono soprattutto come specchietto per le allodole, riteniamo più efficace  che gli allievi rimangono presso la nostra struttura dell A.N.P.O.E.

A.N.P.O.E.

L’Associazione Nazionale Produttori Organizzatori Eventi (A.N.P.O.E.) è impegnata nel principale scopo di tutelare e diffondere l’immagine e la professione dei produttori e organizzatori di eventi su tutto il territorio nazionale. Ogni allievo che si iscrive al corso e che poi partecipa attivamente alla produzione o all’organizzazione di un evento, sarà iscritto di diritto all’Associazione con la qualifica di Event Manager.

La quota associativa annuale è pari ad euro 100,00 per la GOLD Card

Per ulteriori informazioni: info@anpoe.it

 

Share This:

Associazione Nazionale Professionale
fra Produttori e Organizzatori di Eventi
Operatori dell’Event industry
e dell’Intrattenimento

Lo scopo principale dell’associazione è quello di tutelare e diffondere l’immagine e la professionalità su tutto il territorio nazionale dei produttori ed organizzatori di eventi e di aprire la strada alla formazione dell’albo professionale di categoria.


LA LETTERA DEL PRESIDENTE

ANPOE Sistina 4Cari Associati, care Amiche, cari Amici,
dopo anni di duro lavoro, si è costituita l’Associazione Nazionale Produttori e Organizzatori Eventi (A.N.P.O.E.), la cui sede è situata in un prestigioso palazzo nel cuore di Roma.
L’obiettivo è innanzitutto quello di tutelare e diffondere la professionalità degli Organizzatori e Produttori di eventi. Tante persone svolgono questo lavoro e tantissime sono quelle che vogliono farlo, per questo motivo abbiamo creduto lungimirante creare un’istituzione che lavori da subito per favorire azioni a tutela di questi professionisti e di coloro che lo diverranno.
Offriremo agli Associati una serie di servizi tra cui consulenze sul piano legale, contrattuale e amministrativo, offrendo anche supporti formativi.
Un’Associazione a carattere nazionale suddivisa in comitati regionali sotto la responsabilità di un rappresentante generale regionale. Un’associazione che ha l’ambizione di portare il suo operato al raggiungimento di un obiettivo importante: la creazione di un albo professionale.
È stata nostra volontà quella di creare un sito specifico (www.anpoe.it), in continuo aggiornamento, ove prendere visione dello statuto, richiedere informazioni, leggere notizie, iscriversi scaricando l’apposito modulo. Ogni Associato avrà un attestato ed una tessera di iscrizione alla categoria che di anno in anno potrà essere rinnovata.
Colgo l’occasione per augurare buon lavoro a tutti con la certezza di condividere insieme una importante esperienza di crescita ed a tutela della nostra straordinaria professione.

Il Presidente
Fabrizio Borni


ANPOE
Associazione Nazionale Professionale

fra Organizzatori Produttori Operatori

dell’Event industry e dell’Intrattenimento.

ROMA, Via Sistina, 121 – SOLO SU APPUNTAMENTO

Fax: 06/47818444
MAIL SEGRETERIA – MAIL INFORMAZIONI

ANPOE Sistina 2ANPOE Sistina 6

Share This:

I vantaggi dell’iscrizione all’A.N.P.O.E.

Se sei un organizzatore di eventi o se vuoi diventare un professionista del settore allora iscriviti all’ A.N.P.O.E. per i seguenti motivi:

  • Lo scopo dell’A.N.P.O.E. è quello di diffondere e tutelare l’immagine e la professionalità di chi produce ed organizza eventi su tutto il territorio nazionale;
  • L’obiettivo è quello di arrivare nel prossimo futuro alla creazione di un albo di categoria professionale;
  • Agli associati sono riservati alcuni servizi completamente gratuiti, come l’ufficio legale S.O.S. , l’assistenza contrattuale, logistica e tecnico amministrativa;
  • Realizzare un evento con il nostro patrocinio è garanzia di prestigio e affidabilità;
  • L’A.N.P.O.E. sta creando in tutta Italia delle filiali con a capo un Rappresentante Generale Regionale che cura gli interessi dell’Associazione e dei suoi associati nell’ambito territoriale di riferimento (dalla formazione alla creazione di eventi mirati);
  • Interscambio di interessi e professionalità tra i vari associati e quindi tra le varie Regioni, ciò garantisce anche una enorme visibilità a livello nazionale;
  • Un’organizzazione che può comunicare quotidianamente l’operato dell’Associazione e dei suoi associati a oltre ventimila persone, con l’obiettivo di raggiungere quota centomila a breve;
  • Un magazine online a disposizione degli associati ove vengono riportate le notizie più importanti e gli eventi prodotti e/o organizzati con il marchio A.N.P.O.E.;
  • L’A.N.P.O.E., grazie ad un percorso formativo unico nel suo genere è in grado di preparare coloro che vogliono fare questa professione sia per proprio conto che per conto terzi.
  • Una sede prestigiosa nel centro storico di Roma dove gli associati possono fare riferimento per i loro appuntamenti importanti che richiedono anche efficienza e prestigio.

Share This:

Consulenza legale per gli associati A.N.P.O.E.

Presidente ANPOE

ANPOE è ciò che rende un organizzatore ed un produttore di eventi un vero professionista che si differenzia da chi si improvvisa soltanto perchè ama questo lavoro.
Per questo facciamo corsi e seminari di approfondimento e informiamo, attraverso il nostro portale, su tutte le novità legislative, tecniche e innovative della professione.
Associarsi ora significa non essere più soli in un mercato che sta crescendo in maniera esponenziale tanto da contare circa 4,5 miliardi di fatturato l’anno.

Crediamo fortemente che sia necessaria la costituzione di un albo professionale.

Oggi il mercato richiede qualità e la qualità può farla soltanto un professionista accreditato e riconosciuto tale.
L’Italia offre tutto ciò che è fondamentale per la produzione di un evento: splendide location, strutture ricettive meravigliose, una cucina unica al mondo ma non sempre poi l’accoglienza o l’organizzazione fanno fede a queste qualità.
Questo lavoro non si può improvvisare e la figura di un associato ANPOE è quella di un professionista serio al passo coi tempi che sia essere creativo, informato ed organizzato.

Insomma: una figura ben riconoscibile anche da interlocutori esteri.

http://www.studiolegaleruscio.it

Share This:

  • Condividi questo contenuto

    Share This: